adesso AG

Dortmund, Germany

adesso AG

Dortmund, Germany

Time filter

Source Type

A vision or some other form of future concept is crucial for the development of a new software system as the software that is to be developed does not exist yet. So far, the role of visions in Requirements Engineering (RE) is generally acknowledged but underestimated. A possible reason is the lack of a theoretical framework to understand the role of future concepts and their inscribed expectations. This article presents a brief introduction to the importance of future concepts for various technological fields. It introduces theoretical concepts from different disciplinary backgrounds, e.g. sociology of expectations as well as science and technology studies and applies them to the world of software development and the task of RE. The aim is to show the increased need for creativity techniques in order to develop reliable visions for IT projects as well as to spark a broader discussion on the role of future concepts in RE itself. Copyright 2017 for this paper by its authors.


Lauenroth K.,Adesso AG | Kamsties E.,FH Dortmund | Pfeiffer T.,Adesso AG | Pfeiffer T.,FH Dortmund
Lecture Notes in Computer Science (including subseries Lecture Notes in Artificial Intelligence and Lecture Notes in Bioinformatics) | Year: 2017

Context and motivation: The major workload in Requirements Engineering lies with those people who create requirements specifications. Inevitably, in doing so people use their memory to store and process related information. Question/problem: This paper examines the question: does the underlying structure of a requirements specification (template vs. prose) have an impact on the memory performance of requirements engineers? Principal ideas/results: We present results from cognitive psychology that support the assumption that template-based specifications lead to better memory performance and present an experiment to test this assumption. Contribution: An initial run of our experiment did not provide sufficient results to support or refute our assumption. In this research preview, we report on the design of experiment, our initial results, and conclusions for future research. © Springer International Publishing AG 2017.


Beig M.,MSD Animal Health Innovation GmbH | Beig M.,adesso AG | Oellien F.,MSD Animal Health Innovation GmbH | Oellien F.,AbbVie Deutschland GmbH & Co KG | And 8 more authors.
PLoS Neglected Tropical Diseases | Year: 2015

With the goal to identify novel trypanothione reductase (TR) inhibitors, we performed a combination of in vitro and in silico screening approaches. Starting from a highly diverse compound set of 2,816 compounds, 21 novel TR inhibiting compounds could be identified in the initial in vitro screening campaign against T. cruzi TR. All 21 in vitro hits were used in a subsequent similarity search-based in silico screening on a database containing 200,000 physically available compounds. The similarity search resulted in a data set containing 1,204 potential TR inhibitors, which was subjected to a second in vitro screening campaign leading to 61 additional active compounds. This corresponds to an approximately 10-fold enrichment compared to the initial pure in vitro screening. In total, 82 novel TR inhibitors with activities down to the nM range could be identified proving the validity of our combined in vitro/in silico approach. Moreover, the four most active compounds, showing IC50 values of <1 μM, were selected for determining the inhibitor constant. In first on parasites assays, three compounds inhibited the proliferation of bloodstream T. brucei cell line 449 with EC50 values down to 2 μM. © 2015 Beig et al.


Heuer A.,University of Duisburg - Essen | Stricker V.,University of Duisburg - Essen | Budnik C.J.,Siemens AG | Lauenroth K.,Adesso AG | Pohl K.,University of Duisburg - Essen
Science of Computer Programming | Year: 2013

Control flow models, such as UML activity diagrams or Petri nets, are widely accepted modeling languages used to support quality assurance activities in single system engineering as well as software product line (SPL) engineering. Quality assurance in product line engineering is a challenging task since a defect in a domain artifact may affect several products of the product line. Thus, proper quality assurance approaches need to pay special attention to the product line variability. Automation is essential to support quality assurance approaches. A prerequisite for automation is a profound formalization of the underlying control flow models and, in the context of SPLs, of the variability therein. In this paper, we propose a formal syntax and semantics for defining variability in Petri nets. We use these extended Petri nets as a foundation to formally define variability in UML activity diagrams; UML activity diagrams serve as a basis for several testing techniques in product line engineering. We illustrate the contribution of such a formalization to assurance activities in product line engineering by describing its usage in three application examples. © 2012 Elsevier B.V. All rights reserved.


News Article | February 27, 2017
Site: www.businesswire.com

BARCELLONA, Spagna--(BUSINESS WIRE)--MOBILE WORLD CONGRESS – Visa ha annunciato oggi che la Everywhere Initiative, un programma di innovazione studiato per incoraggiare lo sviluppo della “next big thing” nei pagamenti, si espanderà in Europa. I candidati alla prima Everywhere Initiative di Visa in Europa avranno l'opportunità di competere e vincere fino a 50.000 euro per sostenere un programma di sviluppo con Visa, o tramite una business partnership con clienti Visa, e potenzialmente avere accesso alle API, agli executive mentor e ai tecnologi di Visa. Oltre a questo nuovo programma Europeo, Visa continuerà a sostenere le sue Everywhere Initiative in Nord America, America Latina e Asia nel 2017. “In un'industria altamente dinamica, la Everywhere Initiative di Visa ci consente di esplorare una serie di idee che risolvono le sfide del mercato, influenzano le roadmap dei nostri prodotti, sostengono i nostri clienti e configurano la nostra cultura dell'innovazione,” ha detto Shiv Singh, vice presidente senior di Innovation and Strategic Partnerships, Visa Inc. “Ogni volta che espandiamo questo programma in una nuova regione, intendiamo attrarre imprenditori di talento con idee fantastiche nel settore dei pagamenti, e speriamo di vedere altrettanti risultati straordinari sul mercato europeo nei prossimi mesi”. Per introdurre la prima Everywhere Initiative europea, il 27 febbraio Visa sosterrà una live competition al Mobile World Congress, con cinque aziende tecnologiche emergenti che si sfideranno per un premio di 25.000 euro in denaro. Queste aziende sono: La Everywhere Initiative di Visa è un programma di innovazione studiato per incoraggiare lo sviluppo della “next big thing” nei pagamenti, adesso che il settore dei pagamenti si sta spostando dalla plastica al digitale, e i nuovi candidati andranno a unirsi ai tradizionali stakeholder nell'ambito dei pagamenti. Il programma è stato lanciato per la prima volta negli USA nel 2015 e ad oggi quasi 1000 start-up hanno ricevuto finanziamenti per un totale di 1,7 miliardi di dollari, con 60 finalisti e 14 vincitori selezionati. Visa Inc. (NYSE: V) è una società globale leader quanto a tecnologie per pagamenti che collega consumatori, aziende, istituti finanziari ed enti governativi in oltre 200 Paesi e territori per consentire pagamenti elettronici rapidi, sicuri e affidabili. Operiamo una delle più avanzate reti di elaborazione al mondo, VisaNet, che è in grado di gestire oltre 65.000 messaggi relativi a transazioni al secondo garantendo ai consumatori la protezione da frodi e ai commercianti pagamenti sicuri. Visa non è una banca e non emette carte, non offre dilazioni di credito né stabilisce tassi e commissioni per i consumatori. Tuttavia, le innovazioni di Visa permettono agli istituti finanziari suoi clienti di offrire ai consumatori un maggior numero di opzioni: pagare subito a mezzo carta di debito, pagare in anticipo a mezzo carta prepagata o più tardi a mezzo carta di credito. Per ulteriori informazioni, visitare https://usa.visa.com/ e @VisaNews.


Come l’altro prodotto gemello destinato al pubblico britannico, Alliance News IS è un servizio attivo 24 ore, è il primo prodotto in assoluto in Italia che garantisce una copertura delle notizie finanziarie 24 ore su 24 con notizie e flash durante la notte dai mercati statunitensi ed asiatici. Inoltre, la redazione di Alliance News IS apre alle 07:30 ora italiana, mezz’ora prima degli altri servizi dello stesso tipo. Alliance News IS si rivolge agli investitori e ai consulenti professionali, come anche alle società che lavorano e investono in Italia. La mission di Alliance News IS è quella di fornire una copertura dettagliata e in tempo reale di tutte le aziende quotate a Piazza Affari. A questo si aggiunge la capacità di informare i propri lettori a 360 gradi, delineando il panorama politico ed economico italiano ed internazionale in cui le news sulle società e i trend di mercato vanno ad inserirsi, fornendo commenti politici e aggiornamenti sulle decisioni delle banche centrali. Il servizio offerto da Alliance News IS si compone di tre prodotti in lingua italiana, focalizzati sull’Italia e pubblicati dal nostro team: Alliance News IS Professional, Alliance News IS International e Alliance News IS Top. Come per il servizio destinato al Regno Unito, Alliance News IS è completata da due notiziari, perfettamente integrati, prodotti in lingua inglese dal nostro partner dpa-AFX, che opera dalla Germania. L’offerta di Alliance News IS comprende dunque anche dpa-AFX International ProFeed e dpa-AFX International Compact, che insieme ai suoi prodotti in italiano danno ai suoi partner distributivi la possibilità di offrire agli abbonati una gamma completa di servizi di informazione. Alliance News IS viene prodotta dalla redazione di Alliance nella city di Londra, da un team di giornalisti italiani che lavora fianco a fianco con la squadra di reporter di lingua inglese per garantire una copertura in tempo reale delle notizie più rilevanti per i mercati di tutto il mondo. Questa prospettiva internazionale sul mercato italiano viene completata da approfondimenti scritti direttamente dall’Italia, in grado di fornire un’analisi con un angolo più locale e specifico. Tom Waite, Direttore e CEO di Alliance News ha commentato: “Alliance News IS rappresenta lo step successivo più logico per Alliance News. Dopo aver costruito la nostra reputazione e credibilità nel Regno Unito grazie alla rapidità, la coerenza e la qualità dei nostri servizi d’informazione, vogliamo adesso diffondere i nostri alti standard in nuovi mercati. Il mercato finanziario italiano ha caratteristiche molto simili a quelle del mercato UK, essendo caratterizzato da un buon numero di aziende forti, cresciute sul territorio, e nello stesso tempo da una concreta apertura agli scambi e agli investimenti con il resto del mondo. Inoltre anche in Italia c’è un mercato AIM di piccole aziende ad alta crescita di cui i giornalisti di Alliance News amano scrivere”.


Lauenroth K.,adesso AG | Kamsties E.,FH Dortmund
Lecture Notes in Computer Science (including subseries Lecture Notes in Artificial Intelligence and Lecture Notes in Bioinformatics) | Year: 2016

[Context and motivation] Requirements engineering (RE) has a history of nearly 40 years and has developed several methods, techniques, and tools to support RE activities in various project situations. [Question/problem] This paper argues that RE research and practice is people agnostic and therefore has a blind spot: it ignores the capabilities of the people involved in RE. [Principal ideas/results] This paper presents several arguments from the related work that show that people’s capabilities may have a significant impact on their performance of RE related activities. [Contribution] Based on the presented arguments, this paper formulates the hypothesis that people’s capabilities have a higher impact on RE performance than the project situation and the methods applied. Based on this hypothesis, this paper presents possible further research activities. © Springer International Publishing Switzerland 2016.


Heiden K.,Adesso AG | Sinha M.,FH Dortmund | Bockmann B.,FH Dortmund
Studies in Health Technology and Informatics | Year: 2015

An interdisciplinary and intersectoral coordinated therapy management along Clinical Practice Guidelines can ensure that all patients receive adequate diagnostic, treatment, and supportive services that lead most likely to optimal outcomes. Within the research project 'Virtual Oncological Networks', guideline-compliant pathways are defined and enacted within a Health Care Management Platform to support treatment planning and ongoing care of oncological diseases. © 2015 IMIA and IOS Press.


SAN DIEGO--(BUSINESS WIRE)--SynteractHCR, organizzazione globale di ricerca a contratto (CRO) full-service, sta annunciando che il suo vicepresidente per gli Affari medici e regolatori globali la Dott.ssa Martine Dehlinger-Kremer, è stata nominata recentemente presidentessa del Children's Medicines Working Party per il Forum Europeo sulle Buone Pratiche Cliniche (European Forum for Good Clinical Practice, EFGCP). In quanto tale, Dehlinger-Kremer, è adesso anche un membro del Consiglio dell'EFGC


News Article | November 30, 2016
Site: www.prnewswire.co.uk

wee non è un altro sistema di bonus, solo un po' diverso da quelli già conosciuti. wee è un sistema completamente nuovo. wee, infatti, rende finalmente giustizia all'idea di un sistema cashback. Con wee i clienti non accumulano punti per ricevere premi, ma risparmiano denaro contante grazie ai loro acquisti. E questo soprattutto presso commercianti e fornitori di servizi locali. Della rete wee fanno parte anche molti shop online e famose grandi catene. Già adesso wee è disponibile presso molti commercianti locali in 24 paesi, di cui oltre dieci paesi europei, e stanno aumentando ogni giorno. Attualmente stiamo preparando il grande ingresso di wee sul mercato tedesco. Dal 18/11 inizierà una campagna TV internazionale con oltre 20.000 connessioni. Chi volesse iscriversi o informarsi adesso: http://www.wee.com I commercianti e i fornitori di servizi aderenti al programma sono elencati nella weeApp e sul sito web http://www.wee.com, dove si posso cercare anche determinati prodotti o offerte. Al momento del pagamento vengono accreditati i wee. Questo accade tramite la scansione del codice QR sulla app dello smartphone o tramite la carta cliente. Inoltre, la weeApp notificherà interessanti offerte personali sul cellulare. Chi acquista online, viene diretto allo shop del commerciante; l'accredito avviene automaticamente. La partecipazione è naturalmente gratuita. I wee accumulati possono essere utilizzati durante i 24 mesi successivi e liquidati entro 36 mesi. Tramite il sito web e la app tutti i clienti hanno la possibilità di visualizzare il credito e l'elenco delle transazioni in ogni momento. wee, diversamente dalla maggior parte dei sistemi di bonus conosciuti, non si concentra soltanto sulle grandi catene commerciali, ma soprattutto sul commercio al dettaglio locale. Per questi commercianti wee dovrebbe diventare la piattaforma ideale per la digitalizzazione del loro negozio. In particolare, piccoli e medi commercianti e fornitori di servizi spesso considerano il mercato online problematico, una vera e propria sfida. wee rappresenta per loro un ingresso semplice, ma professionale. Il gruppo aziendale weeCONOMY dispone di una grande esperienza nella consulenza del commercio al dettaglio ed è perciò in grado di supportare commercianti e imprese in modo rapido e diretto nella presentazione professionale della loro azienda sul sito web wee e sulla weeApp. Con wee si può risparmiare localmente, online e in tutta comodità. Tuttavia, non soltanto i clienti e il commercio al dettaglio godono dei vantaggi di wee. Sostenendo commercianti e fornitori di servizi locali, wee vuole anche essere uno strumento efficace per combattere il deplorato spopolamento dei centri storici. Così, anche coloro che non partecipano godono dei vantaggi di wee. E wee sostiene anche un altro gruppo: Bambini in difficoltà. L'associazione onlus weeCHARITY for kids sostiene bambini svantaggiati in tutto il mondo in modo semplice e veloce con risorse finanziarie e materiali. wee è un sistema cashback con cui i clienti risparmieranno vero e proprio denaro contante con i loro acquisti quotidiani. wee si concentra soprattutto sui negozianti e sui fornitori di servizi locali. Il mercato wee con il suo circuito di pagamento chiuso per clienti e commercianti collega il commercio online e offline. Ogni operazione di pagamento viene accreditata, non ne derivano in alcun modo costi occulti. I wee accumulati possono essere accreditati al momento dell'acquisto successivo oppure liquidati. Un wee corrisponde a 1 euro, a seconda della rispettiva valuta nazionale. wee lavorerà con una banca partner soprattutto per l'emissione, l'accredito e le operazioni di pagamento.

Loading adesso AG collaborators
Loading adesso AG collaborators